Vivere (e scrivere) il fallimento

Possiamo parlare quanto vogliamo di resilienza, di fenici e di kintsugi, ma fallire non piace a nessuno. Eppure è un’eventualità, quando desideriamo tanto qualcosa. La parola fallimento non mi piace, ma non posso cancellarla dal vocabolario, così come non posso cancellare i miei, di fallimenti. Ciò che posso fare, però, è provare a renderli utili a qualcosa. Come autore, il mio qualcosa sono le storie.

Vivere (e scrivere) il fallimento Leggi tutto »

Consigli di lettura: “La ragazza del convenience store” di Murata Sayaka

Furukura Keiko ha trentasei anni e lavora nello stesso konbini da diciotto. Quello che sembrava essere un lavoretto part-time temporaneo è diventato tutta la sua vita. L’esistenza monotona e disarmante della protagonista, però, viene messa in discussione dopo un incontro che avviene proprio all’interno del negozio.

Consigli di lettura: “La ragazza del convenience store” di Murata Sayaka Leggi tutto »

Torna in alto